• Alice Arduino

Come fare per promuovere la tua attività di fotografo/a?





Essere un fotografo/a non vuol dire scattare solo belle foto. Vuol dire sapersi proporre sul mercato del lavoro ad altri professionisti e ad aziende in un determinato modo, con stile ed eleganza, mostrando non solo il proprio portfolio ma trasmettendo il proprio carattere attraverso la creazione di un sito web su misura, pensato e ideato sulla nostra identità.


L’identità è la concezione che un individuo ha di se stesso nell'individuale e nella società, l'insieme di caratteristiche che lo rendono unico e inconfondibile. Il fotografo freelance così come un’agenzia, è un brand e come tale deve promuoversi e pubblicizzarsi. Questo corso mostra i passi fondamentali per costruire la propria identità raccontando attraverso il sito, chi siamo e qual è il nostro carattere. La prima impressione è quella che conta! Se ci proponiamo esteticamente in modo gradevole o accattivante avremmo più possibilità che il nostro lavoro venga approvato e scelto.


Differenziarsi è la strategia fondamentale per rendersi unici. Per farlo, bisogna creare un sito che sia plasmato in base alle nostre necessità e desideri, diventando funzionale alla nostra promozione e a catturare l’attenzione dei futuri clienti.


Ecco le regole fondamentali su cui puntare:


1. Avere un sito internet


Creare un sito online che comprenda immagini e informazioni dettagliate e schematiche di chi siamo, cosa facciamo e quali servizi proponiamo ai nostri clienti. Sembra scontato ma non lo è. Realizzare una vetrina online semplice e diretta non è facile e per farlo è necessario appoggiarsi a professionisti che conoscano le corrette impostazioni per creare grafica, immagini e impostino i parametri SEO (l’ottimizzazione per i motori di ricerca, la SEM (Marketing dei motori di ricerca per emergere) ed eventualmente la SEA (la pubblicità su AdWords a pagamento).


> Consiglio: investi per realizzare un sito o cerca le piattaforme online che ti permettono di crearne uno a costi limitati.



2. Creare una pagina Social Media.


Farsi trovare sui social media diventa fondamentale per creare una rete di utenti e di follower (ovvero persone in carne ed ossa che ci seguono) per poter mostrare il nostro lavoro. I social a differenza del sito, sono più semplici e diretti, entrano in contatto con le persone le quali possono scrivere commenti, mettere like, fare domande, dare una opinione e scrivere feedback e recensioni sul nostro lavoro, creano delle “relazioni sociali virtuali” con cui connettersi. Inoltre, permettono di raccontare la nostra quotidianità, i progetti o i dettagli del nostro lavoro, presentandolo ai clienti e rendendoli partecipi delle nostre iniziative. La gestione di una pagina social richiede impegno, tempo ed esperienza.


Non basta pubblicare un post, o una foto, ma a secondo del servizio che proponiamo e del nostro target di riferimento, viene studiata una vera e propria strategia di marketing, la quale diventa funzionale per comunicare al meglio con gli utenti. Devi essere social media manager di te stesso o affidarti ad un professionista se non hai tempo che possa coordinare le attività e sappia raccontarle è una marcia in più per pubblicizzarti.

Inoltre, la scelta dei canali social da utilizzare non è semplice. Facebook, Instagram, Linkedin sono i più usati dai fotografi, mentre Twitter non sempre viene utilizzato. Pinterest è interessante ma permette solo di pubblicare immagini e non di raccontarle. Diventa quindi una vetrina limitante. Dipende sempre dal messaggio che vuoi far arrivare. A seconda di quale sia la tua attività, la piattaforma social diventerà funzionale per la promozione.


> Consiglio: mostra il tuo lavoro quotidiano nel dettaglio e racconta come lavora la tua azienda. Ricordati che devi saper utilizzare i social media che scegli e conoscerne le potenzialità e i limiti. Non ci si improvvisa social media manager. Si studia per diventarlo o si paga qualcuno che lo faccia al tuo posto. Raccontare sui social media la tua azienda o la tua attività permette di comunicare in modo informale con i tuoi clienti e raccontare il tuo lavoro quotidiano.



3. Inviare la newsletter


La newsletter è un canale di informazione utilizzato per aggiornare gli utenti sull’andamento del nostro lavoro, sugli eventi che realizziamo, sulle immagini che vogliamo vendere e sugli eventuali articoli che scriviamo nel nostro blog.

Può avere cadenza settimanale o mensile e questo dipende da quale tipo di attività svolgi e quanti e quali prodotti vuole promuovere online. La newsletter è una comunicazione online riassuntiva di ciò che svolgiamo e serve a ricordare gli appuntamenti futuri più importanti. Se inviata in modo costante è un ottimo metodo per ricordare agli iscritti l’andamento del nostro lavoro. Sito web, social media e newsletter sono i canali di promozione digitale primari e fondamentali sui quali puntare per avere una comunicazione efficace.


> Consiglio: crea una mailing list di contatti, (accertati di avere l’adesione degli utenti), cura la grafica e l’impaginazione e inviala con una cadenza regolare. Questo permetterà alle persone di ricordarsi del tuo lavoro e dei tuoi appuntamenti.


4. Creare un blog


Realizzare un blog nel campo della fotografia e sul tuo lavoro è molto importante. Ok che ormai vi sono informazioni sulla fotografia ovunque sul web, ma è anche vero che raccontare il tuo lavoro, la tua storia, e la tua visione fotografica è importante per comunicare con i tuoi clienti e con gli utenti che ti seguono.

Il blog è diventato come un "diario", un luogo dove informare sulle tecniche, raccontare esperienze, storie, dare consigli. I post che scrivi devono essere interessanti e portare il lettore a seguirti perché vede in te l'esperienza nel tuo lavoro, una visione diversa nel narrare la fotografia, dei consigli a cui affidarsi per migliorare o per scoprire nuove tecniche, esperimenti e punti di vista.

> Consiglio: fai un blog dove racconti i tuoi principi e valori nel campo fotografico. Mostra il tuo punto di vista e pensa a cosa vorresti sapere, scoprire e che potrebbe interessare i tuoi utenti che ti seguono.



5. Intrattenere e divertire sui social


Se il tuo sito web è una vetrina di presentazione dei tuoi prodotti, i social diventano il canale di comunicazione preferito per mostrare il tuo lavoro da diversi punti di vista. Devi creare informazione, intrattenere e divertire allo stesso tempo. Crea post informativi dove racconti il tuo lavoro e post divertenti che facciano sorridere i tuoi clienti. Intrattenere e divertire sono i segreti per entrare maggiormente in contatto con i follower. Ricorda che il lato umano e le relazioni che crei devono essere trasportate e trasmesse anche sui social media.


> Consiglio: realizza post simpatici che facciano sorridere. Non dimenticarti di essere sempre rispettoso verso gli altri e non superare mai il limiti del buon gusto. Taffo Funeral Service è una agenzia di Pompe Funebri che ha saputo giocare con il tema della morte senza mai offendere gli utenti e portando avanti campagne sociali con valori aziendali e sociali.





6. Realizza immagini professionali specifiche e scegli le migliori da pubblicare


Siamo in un mondo bombardato da immagini: cartelloni pubblicitari, post sui social, pubblicità sono ovunque. Catturare l’attenzione degli utenti diventa complicato e si rischia di mostrare l’ennesima foto che scomparirà nel web e non verrà notata.

Un detto dice: “la prima impressione è quello che conta”. E se questo è valido nei rapporti sociali acquista più valore nel momento in cui ti relazioni con gli altri virtualmente, perché il tuo sito e la tua pagina social, saranno il tuo “curriculum”, quello con cui ti proporrai agli altri.


Sia che tu voglia realizzare un sito web o delle immagini devi proporre fotografie di qualità. Devi personalizzare la tua immagini e il tuo sito creando foto non comprate in stock online per raccontare cosa fai, ma prodotte da te. Le foto in stock possono andare bene per creare articoli per il tuo blog, ma il portfolio che crei deve avere le tue foto. Sembra un consiglio banale ma non scontato. Se pensi di fotografare qualsiasi cosa che è intorno a te e poi pubblicarle sul tuo sito per fare numero stai sbagliando! Devi specializzarti in un settore e poi puntare e realizzare foto su quello. Puoi anche fare altre immagini ma devono essere "contorni" non la norma, altrimenti chi ti osserva vedrà una accozzaglia di foto e non capirà di cosa ti occupi.


Inoltre le immagini che realizzi devi selezionarle. Solo le migliori andranno sul sito come portfolio o se crei un album sui social non superare le 10/20 immagini. Poche ma buone.

Chi pubblica 200 foto tutte uguali non è un professionista ma un amatore che necessita di mettersi in mostra senza saper riconoscere la qualità del suo lavoro.



> Consiglio: Pubblica solo le fotografie migliori. Scegline una o due della stessa categoria. Non pubblicare foto simili. Mostra più punti di vista e inquadrature diverse. Pensa come un professionista.



7. Individuare il Target di riferimento


Individuare il target di riferimento, ovvero quali sono le persone a cui proponi i tuoi prodotti. A chi ti rivolgi? Giovani, anziani, famiglie o bambini? Chi utilizzerà ciò che vendi? Non puoi rivolgerti a tutti. È necessario che individui una nicchia di persone e ti specializzi in un determinato settore. Una volta fatto, devi diventare un esperto in quel campo e proporre prodotti specifici. L’obiettivo non è uniformarti, ma differenziarti.


> Consiglio: quali sono gli utenti che ti seguono maggiormente sui social? O quelli che acquistano nella tua azienda/negozio? Punta su quel target per creare offerte e promozioni.



8. Creare contenuti di valore


Ogni azienda commerciale, brand, negozio e professionista produce e /o vende qualcosa. Qualunque sia ciò che proponi è necessario pubblicizzarlo. Per farlo devi creare contenuti di valore.


- Racconta la storia del tuo lavoro fotografico, come nasce, si sviluppa e quali sono le persone che la compongono qualora creassi un'associazione con altri partner. Narrare lo staff e dare risalto a chi sta “dietro le quinte”, permette di accorciare la distanza tra utente e consumatore e dare un volto reale alle persone che lavorano per te.


- Racconta la storia del tuo prodotto, come nasce e si sviluppa. Le fasi di elaborazione e produzione, il backstage, la produzione e post produzione delle immagini, fino alla sua messa in commercio. Scoprire come avviene la creazione di ciò che vendi aiuta l’utente ad affezionarsi al tuo lavoro ed entrare in empatia con ciò che vendi. L’aspetto emozionale è una componente importante che non va mai sottovalutata ma anzi, agevolata e coltivata. Pubblicizzare un prodotto vuol dire narrare la sua storia, essere un esperto e proporre qualità. Creare contenuti, fornire schede informative, grafiche, prodotti multimediali, audio, video, foto sono elementi che aiutano a spiegare il tuo lavoro, a narrare la tua storia e a promuoverla, dando valore e reputazione a ciò che fai.


> Consiglio: racconta il tuo personale percorso o chi compone la tua associazione. Mostra la loro testimonianza. Dai un volto umano ed emozionale al tuo lavoro.

Rendere clienti felici e soddisfatti ti permette di acquisire fiducia e di affidarti a loro per promuovere la tua attività. Gli utenti che parlano bene di te e ti pubblicizzano sono i migliori brand ambassador!



9. Diffondere principi e valori


Quali sono i principi e i valori su cui si basa il tuo lavoro? Per quale motivo sei un fotografo e cosa vuoi comunicare ai tuoi clienti? Ogni azienda ha le sue politiche ed è necessario trasmetterle. Al giorno d’oggi un fotografo freelance deve avere chiare posizioni e comunicarle. C’è chi punta sulle foto di matrimonio, chi sui ritratti, foto sportive e di eventi, chi si specializza in ritratti di animali o bambini. Trasmettere le tue idee porta a creare una nicchia di persone che seguiranno con maggior entusiasmo e fiducia. Inoltre c’è la possibilità che essi stessi diventino brand ambassador, ovvero coloro che promuovono il tuo lavoro attraverso il passaparola e recensioni social perché credono in ciò che fai e dici.


> Consiglio: In cosa credi? Su cosa si basa il tuo lavoro? Trasmetti questo messaggio ai tuoi utenti. Porta avanti i tuoi valori aziendali e personali. Metti la faccia nel tuo lavoro!



10. Assistenza Clienti


Quante volte vi siete arrabbiati a causa di un disservizio dato da una compagnia telefonica? O il tempo perso presso enti e uffici a risolvere un problema? Quello che non vi piace e criticate è ciò che dovete offrire agli altri. Avere una assistenza clienti telefonica o una chat efficiente permette di risolvere in modo immediato i problemi di disservizio e avere un costante contatto con i clienti futuri per dare informazioni, o assisterli qualora tu stia lavorando per un privato o una azienda. La cortesia e l’impegno che vengono messi nella risoluzione dei problemi e nel miglioramento della customer care, porta ad una maggiore acquisizione di consensi, opinioni e brand reputation da parte dei clienti. Non c’è peggior pubblicità che lasciare clienti insoddisfatti, i quali perdendo fiducia nell’azienda, vanno a cercare opportunità altrove.


> Consiglio: Investi su una figura professionale che si dedichi alla risoluzione dei problemi e fornendo un’assistenza clienti cordiale, gentile ed efficace.



11. Crea clienti felici e soddisfatti


Creare clienti felici e soddisfatti vuol dire rispecchiare le aspettative degli utenti, vendere prodotti di qualità e non deludenti, avere una assistenza clienti efficiente fare regali specifici e personalizzati a coloro che mostrano maggiore fiducia nei tuoi prodotti e rimangono al tuo fianco. Il cliente non è solo una persona che spende nel tuo negozio e lavoro, ma è un elemento fondamentale che va curato, coccolato e che chiede attenzioni. Se saprai dargli tutto ciò e ricambiare la fiducia che ha messo in te sarai ricompensato. Un cliente felice e soddisfatto è un cliente che continuerà ad investire su di te e da cui portai ricevere critiche costruttive volte a migliorare i tuoi prodotti o eventuali problemi che sorgeranno.


> Consiglio: racconta le tue imprese e i tuoi errori. Narra pubblicamente come hai aiutato i tuoi clienti e l’impegno che hai messo per risolvere le difficoltà.



12. Differenziati dagli altri


Se vuoi vendere, promuovere e pubblicizzare il tuo lavoro devi saper fare la differenza. Molti vendono vestiti, ma poche sono le marche che si differenziano. Non solo la qualità e la moda contribuiscono a formare il brand ma anche le strategie comunicative che adotti, serviranno a creare prodotti unici sul mercato. Trovare ciò che differenzia e rende unico e forte il tuo lavoro di fotografo è la chiave per avere successo. Saperlo promuovere nel modo adeguato lo fa diventare un prodotto vincente. Osserva cosa offre il mercato nel tuo settore, studia la concorrenza e proponi qualcosa di nuovo!


> Consiglio: Scopri cosa fa la concorrenza. E crea ciò che gli altri non fanno adattandolo al tuo stile personale.


Ora che hai scoperto i punti per promuovere la tua attività, mettiti al lavoro! Inizia ad applicare queste regole e fai crescere la tua attività di fotografo freelance!



NOTA BENE:


Se vuoi saperne di più, approfondire e fare un breve corso per migliorare scrivimi e iscriviti per partecipare al corso o avere lezioni private su "Come diventare fotografi professionisti".


Le lezioni si rivolgono a giovani e amatori che vogliono imparare a proporsi e pubblicizzarsi in rete senza per forza diventare professionisti ma solo per farsi conoscere!




#fotografofreelance #freelance #fotografia #consigli #sitoweb #portfolio #principi #valori #clienti #socialmedia #blog #contenuticreativi

© 2021 by Alice Arduino | All Rights Reserved

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon